Fatemi capire

Editoriale non firmato su Repubblica di oggi: “La giustizia ci dirà se ci sono reati con minori e se c’è la concussione, com’è convinta la procura di Milano. Ma intanto ciò che emerge dalle carte giudiziarie è sufficiente per un giudizio politico di totale inattitudine ad esercitare la leadership governativa e la rappresentanza di una democrazia occidentale”.

Per Repubblica è Berlusconi è oramai colpevole.

 Io mi domando: si possono utilizzare i documenti dei magistrati per fini politici? Si può demolire un avversario con carte che vengono create per un altro scopo, ossia verificare l’eventuale violazione di leggi? E’ lecito utilizzare le intercettazioni per ragioni extra-giudiziarie? E se poi Berlusconi risultasse innocente? E se poi non ne venisse provata la colpevolezza? Repubblica se ne strafrega, visto che la condanna l’ha già emessa, ma noi avremmo smerdato un uomo, accusandolo di essere un pedofilo: non solo pappone e puttaniere, ma anche utilizzatore di prostitute minorenni. Accusa pesantissima, infamantissima

Lungi da me giustificare Berlusconi. Tuttavia, questo uso mediatico di materiale giudiziario – che viene creato per le aule dei tribunali e lì valutato, soppesato, provato o contestato, non sulle pagine dei quotidiani – mi lascia perplesso.

Detto questo, se fossi Berlusconi mi dimetterei, andrei dai magistrati e proverei a provare la mia innocenza.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: