Avanti popolo

Interessantissima la mostra sul Partito Comunista Italiano, organizzata dall’Istituto Gramsci e che si chiude oggi alla Casa dell’Architettura a Roma. E lo dice uno, il sottoscritto, che è storicamente, filosoficamente, ontologicamente anti-comunista (perché antitotalitario, perché liberale, liberista e libertario).

Tante le chicche. Dai documenti originali di riunioni importanti della vita del partito ai filmati e riviste d’epoca. Per non parlare dell’utilizzo dell’informatica che permette al visitatore di approfondire tematiche e momenti storici. Su tutto splende, però, l’esposizione dei quaderni dal carcere di Gramsci, che scriveva con grafia veramente minutissima. Monumento della cultura italiana, sono testi che nel bene e nel male hanno fatto la storia delle idee nel nostro Paese. E’ stato  possibile consultarli virtualmente, dal momento che erano stati scansiti. Se, poi, quelli esposti sono gli originali originali o la versione edulcorata da Togliatti, è un altro discorso.

Moltissima la gente.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: