Calabrone spuntato

Imbarazzate. E’ questo il primo aggettivo che m’è venuto in mente appena aveva finito di vedere Green Hornet. Niente giri di parole: il film è deludente e brutto.

La storia, che porta sul grande schermo il personaggio di una serie radiofonica che ha ispirato una serie tv (con Bruce Lee nel ruolo di Kato, ossia il partner del Calabrone Verde) e un fumetto, è mal scritta, mal sceneggiata e mal sviluppata. Un ricco viziato e figlio di papà direttore/editore di giornale che, pur tra mille goffaggini e difetti, diventa un vigilante di successo che sconfigge il crimine, non è molto credibile, anche se viene aiutato da un partner (Kato), il quale è il  supereroe senza poteri ma geniale inventore e dotato di sorprendente abilità fisica. Va bene la fantasia, ma qui si esagera. Come è esagerata la minchioneria dei nemici – fratelli più scemi dei cattivi tratteggiati da un Leonard nei suoi romanzi.

Alla fine il film, proprio per questi aspetti e per il largo spazio dato alla comicità, sembra una parodia (non tanto riuscita) del genere supereroistico. L’ironia non manca e, talvolta, non guasta, Ma poi si esagera e, mescolandosi con momenti totalmente inaccettabili (come la scena dello scontro finale nella redazione del giornale, ereditato dal padre), rende la pellicola discretamente ridicola.

Non salva il film, anzi lo peggiora, la recitazione degli attori. Seth Rogen, il calabrone verde, è inconsistente: è grassoccio, ha il doppio mento, non è credibile come vigilante. Bravo come comico, non metto in discussione. Ma come supereroe lasciamo stare. Cameron Diaz, che dà l’idea di aver fatto ricorso qualche ritocco estetico di troppo, è totalmente inutile. L’unico che si salva è il cattivo, l’attore premio Oscar Christoph Waltz (il nazista di Inglorious basterds di Tarantino): si vede il suo immenso talento, seppur sprecato in un personaggio molto sui generis.

In conclusione, Green Hornet è un film inutile. Non è un buon inizio per l’anno  2011, che sarà all’insegna dei supereroi al cinema: da Thor a Green Lantern a Capitan America. Speriamo veramente che una rondine non faccia primavera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: