La terra dei cachi

Anche questa è l’Italia.

Tassista romano, imbeccato e sostenuto dal sottoscritto e da un collega, comincia a lamentarsi dell’eccessiva rudezza dei vigili e delle norme del codice della strada: e il tasso alcolico da non superare e i limiti di velocità assurdi da rispettare e via biastimando. Lui rispettava le regole: l’importante è che non siano troppo dure.

Durante il tragitto il tassista (“per me destra e sinistra, so’ tutti uguali, pensano agli affari loro, promettono e poi non se fanno vede’”) guidava senza cintura, ha telefonato con il cellulare senza auricolare e, alla fine, è andato pure contromano, insultando (a bassa voce) il conducente dell’auto che stava venendo dall’altra parte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: