New Orleans/8

Pensavo che la città ancora risentisse degli effetti dell’uragano Katrina. Le persone del posto mi hanno detto che sì è stato un evento devastante, catastrofico, mal gestito – tutte cose sapute e risapute -, ma hanno aggiunto che dalla disgrazia sono emersi anche degli aspetti positivi.

Molte persone hanno lasciato la città. C’è carenza di manodopera per la ricostruzione. Molti posti sono vacanti. Il problema della disoccupazione è meno grave, quindi, rispetto al resto degli Stati Uniti. I prezzi poi sono bassi. Molte aziende tendono ad organizzare convention a New Orleans perché è meno cara di New York o Chicago o Los Angeles. Altri soldi entrano dalla città.

Certo, continuano i miei interlocutori, il turismo si deve ancora riprendere – e New Orleans è una città prevalentemente turistica, che si fonda sugli alberghi e ristoranti. Ma la situazione è andata migliorando rispetto al passato grazie ad un turismo mordi e fuggi, da week end – anche perché la città non dispone di attrazioni tali da spingere le persone a restarci per più di tre o quattro giorni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: