Il segreto nei suoi occhi

Grazie alla programmazione estiva di Sky ho scoperto una serie di film veramente belli. Uno di questi è Il segreto nei suoi occhi, trasmesso su Cult qualche settimana fa.

Premio Oscar 2010 (meritatissimo) come miglior film straniero, la pellicola ispanico-argentina è un noir sui generis: è il racconto di un omicidio avvenuto nell’Argentina anni ’70 pre-dittatura militare: una donna struprata e poi uccisa; efferato crimine che porta sull’orlo della pazzia il marito della vittima e che diventa un’ossessione per il protagonista del film, un funzionario del tribunale di Buenos Aires. E il film parte proprio da lui: circa trent’anni dopo, fa del crimine l’oggetto di un romanzo, che sottopone alla donna desiderata ma mai concupita, il suo capo all’epoca delle indagini, oramai giudice affermato e donna sposata con prole. Ecco quindi che il film è anche la descrizione di un possibile amore fatto di parole ma soprattutto di sguardi e silenzi tra il funzionario e il suo capo.  Ed è pure uno spaccato dell’Argentina sul limitare del regime militare.

Un viaggio avanti e indietro nel tempo tra crime, love story, commedia e storia, ben amalgamato, sempre avvincente, che intriga lo spettatore, non lo annoia, lo spinge a seguire con la stessa trepidazione sia la soluzione del caso poliziesco con sorprendente finale (forse un po’ troppo tirato con le molle) sia l’evoluzione della vicenda . Splendide le scene negli interni. Dialogi efficaci, stringati, essenziali, mai esagerati, ironici al punto giusto. Con frasi memorabili. Come questa pronunciata dal protagonista: “Gli occhi parlano. E dicono spesso sciocchezze”. Brava la regia, quindi, firmata da Josè Campanella; bravi gli interpreti – benché esagerino, come giustamente segnato da alcuni blog, nello sbarrare gli occhi: Ricardo Darin (il funzionario), Soledad Villamil (la capa) e Guillermo Francella (il collega ubriacone del funzionario).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: