Dieci ragazze per me possono bastare…

Premessa d’obbligo. Io non ci capisco un cazzo di diritto penale. Ma, leggendo le intercettazioni dell’affaire Tarantini-Berlusconi, pubblicate da tutti i siti internet, non riesco a vedere chissà quale gravissimo reato per la cosa pubblica.

Tutti a parlare di appalti, soldi dello Stato dati direttamente o indirettamente da Berlusconi in cambio delle tante puttanone che Taratini gli offriva. Sarà.  Spiluccando tra le intercettazioni, non riescono a vedere molta ciccia. Certo, il giro di prostituzione c’è. E poi? Il crimine contro la cosa dello Stato, dove è? Al massimo sembra che Berlusconi faccia da intermediario: nel senso segnala Tarantini, gli fa incontrare pezzi grossi di Finmeccanica o l’immancabile Bertolaso. Ne esce qualcosa di concreto? Non si capisce. Anche perché i siti e i giornali, mossi da indubbio voyeurismo, da giustificatissimo voyeurismo, ché fa vendere un sacco, si dilungano a pubblicare le telefonate in cui Silvio vanta le proprie doti amatorie, esalta Belen, critica la Arcuri, giudicata troppo volgare.

In questo fiume di parole non ci si raccappezza più: ci si perde, si fa fatica ad individuare l’atto criminale che riguarda la cosa pubblica. La logorrea da non credibile macho di Silvio Berlusconi all’inizio diverte, alla fine stanca: rischia pure di far compassione, se non stessimo parlando del Presidente del Consiglio che deve gestire una crisi finanziaria con i controcoglioni.

Ed è proprio la pessima gestione della crisi finanziaria che dovrebbe far incazzare gli italiani, che dovrebbe spingere i giornali a martellare ogni giorno ogni ora il capo del governo, e non tanto sulle sue attività amorose, per quanto possano essere gravi da un punto di vista dell’immagine pubblica e per quanto possano avere – e sicuramente ce l’hanno – un profilo di illecito penale. Invece, forse perché alla fine l’economia stanca – è o non è la triste scienza? – forse perché il sesso tira sempre di più, eccoci qui a perdere tempo a interessarci alle scopate di Berlusconi, a dibattere sui suoi vizi. Il paese va rotoli, la colpa è certamente di Berlusconi, ma pure noi italiani ci preoccupiamo soprattutto di sapere se l’Arcuri sia un mignottone al 100% o solo al 50%.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: