Una ragazza americana

Una cosa orrenda. Su Raiuno. Tanto per cambiare. “La ragazza americana” è il titolo della fiction: pura oscenità contemporanea. Di solito non recensisco programmi televisivi, ma stavolta faccio un’eccezione.

La storia, per quello che ho potuto capire, è la seguente. Ragazza americana con ascendenti italiani, laureata nella nostra lingua, eredita un borgo con annesso castello in Toscana, vicino ad Arezzo. E avrebbe intenzione di trasformare il tutto in un albergo. Gli abitanti del luogo sono ostilmente contrari. Poi ho spento il televisore.

Troppo. Troppo per me, che sono solito cedere alle lusinghe del trash, che guardo meravigliato ed emozionato l’abisso. I dialoghi fanno pena, la trama è improbabile (il castello pseudo infestato da spiriti… anticipazione negazione di American Horror Story?), le scelte del regista fanno piangere. Basta citare due esempi per capire la scarsa fattura del prodotto.

All’inizio vediamo la ragazza fare jogging: lei simula la corsa,è semi-ferma sul posto, ma viene messa in sovraimpressione sul panorama che muta velocemente. E ancora. Giunta in Italia, la ragazza al volante fa quasi un frontale contro un’altra auto, su cui viaggia il console americano a Firenze. I due si parlano. In che lingua? Lei statunitense, lui statunitense, ergo: parlano in inglese. Sbagliato! Parlano in italiano: lei decentemente (è oriunda laureata!), lui con accento a stelle e strisce. Perché!??? Perché!!!!???

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: