Punto di partenza

E’ chiaro a tutti: il piano di liberalizzazioni del governo Monti non è grandissima cosa. Si poteva e si doveva fare di più. Dalle banche alle municipalizzate, dalle assicurazioni ai trasporti (non solo taxi ma soprattutto ferrovie), dalla (para)farmacie agli stra-famigerati ordini professionali. Qualcosa s’è fatto, qualche interesse corporativo è stato toccato. Valutiamo il piano come un punto non d’arrivo, ma di partenza. Certo, rispetto ai governi passati, specie quelli di centro-destra, il lavoro svolto dal governo Monti è fenomenale.

Adesso tocca al Parlamento a fare il suo dovere. E qui tremo: perché in tutti i partiti gli interessi corporativi sembrano farla da padrone. A discapito del cittadino elettore e consumatore: il quale, pur essendo maggioranza, non strepita, non urla, non fa casini.

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: