Quattro scalmanati e un funerale

Va bene tutto, va bene essere contro i No Tav, attaccarne la violenza e la scarsa consistenza di molte delle loro ragioni. Va bene proporre una contro-manifestazione, simil-maggioranza silenziosa che parla e fa sentire la propria opinione contro quella dei no-tavvini. Va bene tutto. Quello che non capisco è la contrapposizione che fa Sallusti tra l’Italia sobria, rappresentata dalla folla che ha partecipato commossa al funelare di Lucio Dalla, e l’Italia scalmanata delle proteste No Tav.

Ipse scripsit sul Giornale di oggi: “Ieri, ai funerali di Lucio Dalla, una piazza piena di italiani commossi e solidali ha riscattato le tante piazze che negli ultimi giorni sono state popolate da gentaglia violenta che il Paese lo vuole denigrare se non distruggere. È la prova che c’è un’Italia assolutamente per bene e maggioritaria, che non ne può più di una esigua minoranza che monopolizza attenzioni e risorse”.

Non penso che i bolognesi, accorsi a ricordare Dalla, siano andati al funerale per protestare contro l’antagonismo radicale dei No Tav. Forse m’è sfuggito qualcosa. Forse Gianni Morandi fa parte del comitato promotore Treno Alta Velocitù Lione Torino, e io non lo sapevo…

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: