Caduta di stile

Capisco il nervosismo per una trattativa lunga; capisco l’irritazione verso l’atteggiamento sfavorevole di inconcludenti politici italiani; capisco l’insoddisfazione verso i riti bizantini della politica di casa nostra. Capisco lo stato d’animo di Monti: trattare con i politici italiani, con i tempi della politica italiana, con le procedure della politica italiana è stancante se non frustrante. Ma una persona dell’intelligenza di Monti non se ne può uscire con una frase “i sondaggi dimostrano che gli italiani appoggiano il governo e non i partitii”. Perché: a) i sondaggi non votano le leggi; b) i partiti invece sì; c) alcuni politici non vedono l’ora di cogliere l’occasione per prendersela con il governo e avere un po’ di visibilità; d) era Berlusconi a farsi forte sulla democrazia dei sondaggi e poi s’è visto che forte non era affatto. Il risultato è creare ancora casino sulla riforma e allontanare un confronto basato sulla pacatezza e ragionevolezza. Allora, tanto vale che Monti lo dica chiaramente – e temo che ci si arriverà: sulla riforma il governo mette la fiducia. E affanculo qualsiasi dialogo e possibilità di modifica.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: