Il problema del PD

Non scopro l’acqua calda: il PD ha diversi problemi: un segretario alquanto bollito, una dirigenza burocratizzata e vecchia anagraficamente, culturalmente, ontologicamente, un programma carente e contradditorio,  un sistema di alleanze per nulla definito e instabil. A tutto ciò se ne aggiunge un altro: il responsabile economia Fassina. Che parla senza quasi mai essere smentito dai capi. Che critica ogni piè sospinto il governo senza che il partito prenda decisamente le distanze da lui. Che attacca assai duramente il sindaco di Firenze  senza che nessuno osi criticarlo.

O il partito condivide le prese di posizione del suo responsabile economia: e allora dovrebbe sfiduciare il governo e mandare a casa Renzi. O il partito non  le sostiene affatto: e allora, in nome della disciplina di partito (se è mai esistita nel PD), dovrebbe chiedere a Fassina di andarsene o, peggio, espellerlo. Tertium non datur.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: