Aggiornamenti

Arieccomi dopo un periodo di assenza.

Tante cose successe.

PD
Il dibattito (“no, il dibbbattito no!”… grande Nanni Moretti) televisivo con i candidati alle primarie del PD. Bella cosa. Discrete le esibizioni dei candidati:  meglio Bersani e Renzi, Vendola non malissimo, Puppato boh, Tabacci meno modesto del previsto. Poca concretezza, messaggi non memorabili, un po’ di chiacchiere. Quella cosa che ha colpito più di tutti, che è rimasta nella memoria degli ascoltatori, è stata l’indicazione da parte dei candidati dei loro punti di riferimento. Renzi se ne è uscito con un banale Mandela e un’ignota blogger tunisina, Tabacci con De Gasperi e lo sconosciuto ai più Marcora, la Puppato con la Anselmi e Nilde “la vedova” Jotti. I miti sono stati Bersani e Vendola. Il segretario del PD ha indicato Papa Giovanni (ventitreesimo) e il politico pugliese, per non essere da meno, il cardinal Martini. Due uomini di sinistra, di provenienza PCI, che indicano due mostri sacri del cattolicesimo. Forse avrebbero potuto scegliere due personalità più laiche, più moderne. Affari loro. Certo è che non capisco la canea contro tale scelta: mica hanno indicato Stalin e Hitler.

PDL
Esiste ancora? Il dubbio regna sovrano. Esiste fino a quando Berlusconi non ne decreterà la morte. Adesso che si avvicina l’election day, con scioglimento anticipato (di un mese!) delle Camere, pare che le primarie del PDL non si faranno. E il candidato premier sarà Alfano. Sempre che Berlusconi non la pensi diversamente…

Israele Vs Gaza
Ritorna il conflitto. Hamas ha bombardato per mesi il sud di Israele. Quello ha lasciato stare. Poi ha perso o ha voluto perdere la pazienza e ha reagito. Da qui la controreazione di Hamas con missili diretti a Gerusalemme e Tel Aviv. Penso che molti siano rimasti sorpresi dal fatto che Hamas possega missili a lungo raggio. Meno male che Gaza era sotto assedio. Dove si andrà a finire?

Piazza pulita
Ritorna il conflitto anche nelle piazze italiane. Violenze da parte dei manifestanti. Violenze da parte delle forze dell’ordine costrette ad intervenire, talvolta commettendo abusi lampanti sotto gli occhi di tutti. E’ ora che questi abusi vengano colpiti, repressi, fermo restando il fatto che se parte dei manifestanti non si dedicasse alla violenza, non ci sarebbe nessuna reazione delle forze di polizia. Detto questo, una considerazione: il luogo dove la violenza, da entrambe le parti, si fa più acre è Roma. Ciò mi porta a ripetere un concetto: nella capitale il prefetto e il questore sono stati modesti. Andrebbero cambiati. Forse sarebbe necessario un rimescolamento agli stessi vertici della polizia. Poi non ho ancora capito il casino sui lacrimogeni lanciati dal ministero di Giustizia. Anche se fossero stati lanciati da dentro l’edificio, dove sarebbe lo scandalo? Non l’ho capito. Si trattava di fumogeni, mica hanno sparato. Grave semmai che i dirigenti del ministero non sapessero che dentro il palazzo si trovavano dei poliziotti in tenuta anti-sommossa. Ma non lo sapevano? Alle perizie l’ardua sentenza. Quindi rimarremo ignoranti.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: