Grandi speranze

Che cagata di film. Grandi speranze (o Great Expectations in originale) è una gran cagata.

Non conoscendo l’omonimo libro da cui è tratto, non so se la colpa sia del romanzo di Dickens o se sia di esclusiva pertinenza del regista (Mike Newell), degli sceneggiatori e degli attori. Certo, quest’ultimi ci mettono del loro. Eccome. Una trama non linearissima, che si sviluppa in luoghi e tempi diversi, con diversi personaggi che scompaiono e poi ritornano, viene sviluppata male: il racconto delle vicende di questo ragazzo poverello che viene “adottato” da un anonimo benefattore e va a vivere nel lusso della Londra ottocentesta procede a spizzichi e bocconi con rallentamenti e accelerazioni tra loro disomogenei.

Mancano i momenti epici. Gli attori lasciano a desiderare: anche quelli di maggior richiamo come Ralph Fiennes o Helena Bohnam Carter. I personaggi secondari sono macchiettistici: un esempio è la sorella del protagonista, totalmente imbarazzante. Meno male che scompare presto dalle scene. La Londra dell’epoca viiene ricostruita in modo misero.

La complessità della storia avrebbe avuto bisogno di una ben altra trasposizione: non sul grande schermo ma sulla tv, mezzo più adatto forse per questo tipo di racconto. Ed infatti ciò avverrà a breve..

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: