Le dimissioni del Papa /4

A caldo. I mali della dietrologia, specialità in cui noi italiani eccelliamo, si possono vedere tutti in questa occasione. Le dimissioni del Papa: perché? Perché ora? Chi o cosa c’è dietro? A chi giovano? A queste domande si risponde con una caterva di teorie, più o meno fantasiose. Le beghe economiche della Chiesa, i casini dello IOR, gli scandali sessuali, la pedofilia tardivamente condannata e repressa: questi alcuni delle ipotesi che sostengono la teoria del Papa ricattato. A nessuno paiono credibili le dichiarazioni del Papa: “non ho più le forze”. A nessuno pare credibile che una persona anziana, di ottantacinque e passa anni, non ce la faccia a reggere un incarico pesantissimo, in termini fisici, mentali e spirituali: che si ritenga non più pronto, in forze, per sostenere un ruolo che richiede ben altre energie. Significativo è che questa incredulità sia diffusa specialmente tra persone di livello di istruzione elevato, non molte delle quali mosse da afflato religioso.

L’ho già detto e l’ho ripeto: in ciò, nella consapevolezza di Ratzinger di non poter più esercitare le funzioni di Papa come richiesto (dall’alto e dal basso), sta la ragione prima delle sue dimissioni. Atteniamoci a quanto ha detto Benedetto XVI, coram populo, in latino ossia nella lingua ufficiale della Chiesa: “non ce la faccio più, l’eta non mi sostiene”. Nessuna superbia. Massimo umiltà. Umano, umanissimo. Cristiano, cristianissimo. E noi italiani, che crediamo alle peggiori panzane – come dimostra questa campagna elettorale -, non crediamo ad un persona dal cristallino comportamento come Ratzinger? Perché?

Certo, eravamo abituati a Giovanni Paolo II che rimase sul seggio pontificio fino alla morte. Ma ci ricordiamo i suoi ultimi anni di pontificato? I mesi, i giorni che ne precedettero la morte? Ammirevolissimo per il coraggio, la forza d’animo: una roccia. Ma quanto capace di intendere e di volere?

Sia chiaro. Anche io ho dei dubbi su queste dimissioni. Riguardano però le condizioni di salute del Papa dimissionario. Nonostante le dichiarazioni contrarie dell’ufficio stampa vaticano, secondo me, sono state anche le condizioni di salute, sicuramente non perfette, a determinare la consapevolezza del Papa a non poter più sopportare il ruolo di Vicario di Cristo in Terra. Questa è l’unico aspetto della vicenda sui cui ho delle perplessità. Il resto è inutile dietrologia.

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: