Eutanasia democratica

Bersani contro Renzi. Renzi contro Bersani. E ancora. Renzi contro Marini e Finocchiaro. Finocchiaro contro Renzi. Fioroni e Fassina contro Renzi Chi più ne ha, più ne metta.

Stanno volando gli stracci nel PD. Il dibattito interno sta degenerando, trasformandosi in conflitto bello e buono Se continua così, si arriverà ad una scissione. Non esagero: i presupposti ci stanno tutti. Volente o nolente, Renzi si sta ponendo in contrasto con il resto del partito. Le accuse che lancia e gli insulti che riceve non possono che condurre ad una rottura. Oddio, tutto è possibile, anche che poi non avvenga nulla: basti pensare all’incontro tra il sindaco di Firenze e Massimo D’Alema, dopo mesi di attacchi reciproci. Se però i diversi contendenti non si fermano a riflettere e a parlarsi, la situazione si aggraverà, anche per inerzia: ci sarà una escalation mortale per il partito.

Dalla scissione tutti hanno da perdere. Via Renzi, il partito riscuoterebbe meno consensi, in atto e in potenza, nell’area dei cosiddetti moderati. Senza il PD, Renzi avrebbe qualche difficoltà a sfondare verso l’elettorato giovane e di sinistra.

Tra i due litiganti il terzo gode. Ossia, Silvio Berlusconi.

P.S. Forse solo Berlusconi, e non sempre, ha ricevuto il tipo di insulti che i maggiorenti del PD stanno rivolgendo in queste ore a Renzi. E tra i due non ci dovrebbero essere paragoni.

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: