Robocop

Nel film Compagni di scuola  a casa Nancy Brilli si presentano in coppia Maurizio Ferrini e Alessandro Benvenuti, che si finge paralizzato sulla sedia a rotelle. Maurizio Ferrini ne spiega la condizione agli ex compagni di scuola, descrivendolo come un tronco umano. Verdone sbotta: “No, non me fate vede’ i tronchi umani”. Ecco: Robocop è l’imperatore dei tronchi umani, al cui confronto Darth Vader è un vispo giovincello.

Remake del film di Paul Verhoeven, questo Robocop del ventunesimo secolo è una mezza delusione. Forse la colpa è del regista Jose Padihla. La storia è più o meno simile all’originale. Abbiamo: la multinazionale delle armi che vuole pompare le vendite dei propri prodotti, in questo caso droni, capeggiata da Mr Botox Michael Keaton; il crimine dilagante; la polizia imbelle e corrotta; il poliziotto integerrimo (lo sconosciuto attore svedese Joel Kinnaman) che finisce devastato da un attentato. C’è poi il giornalista di parte, tendenza fascio, interpretato dall’onnipresente Samuel L. Jackson.

La multinazionale trasforma il tronco umano in Robocop. In una delle scene più belle del film scopriamo che di umano c’è rimasto ben poco: una mano, l’apparato respiratorio, la testa e parte del cervello. Come possa vivere un soggetto simile non si sa. Ma è un film di fantascienza e ce lo facciamo bastare.  Robocop è un poliziotto efficiente, pure troppo, da quando il suo scienziato/dottore (interpretato da un sempre bravo Gary Oldman) ne ha ridotto i sentimenti e le reazioni emotive. Il richiamo della famiglia (affezionatissimi al tronco umano) e il ricordo dell’attentato lo mantengono però vivo, facendo sì che la parte robotica non prenda il sopravvento. Robocop si farà giustizia da sé tra sparatorie ed esplosioni. Tutto finisce bene in un film dalla trama e dal finale scontatissimi. Tutto molto freddo, tutto molto lento per essere un action movie.

Meglio l’originale.

Tag: , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: