Il ciclone Renzi /2

No, non mi convince affatto. Renzi non mi sta piacendo. Io l’ho quasi sempre sostenuto. L’ho pure votate alle prime primarie cui partecipò, quelle che videro vincenti Bersani. Però sulla crisi del governo Letta si è comportato male. Può chiamarla come vuole “cambio di passo”, “via dalla palude”, ma la sostanza rimane la stessa: va al potere senza passare dalle urne, facendo fuori non il nemico, ma un suo stesso collega di partito. La Democrazia Cristiana, nel suo aspetto deteriore, si comportava in questo modo. Dove è il nuovo? Dove è il nuovo in questa versione toscana di D’Alema? Ecco D’Alema, tanto odiato da Renzi, ma alla fine simile, se non uguale, per ambizione.

Hai voglia a dire, come fa Renzi, che adesso bisogna fare una legislatura costituente. A parte la forzatura verbale, perché una legislatura è costituente se ha un tale mandato previsto per norma (Italia ’46) o per eventi dalla gravità mostruosa (Francia ’58) e questa legislatura non ce l’ha, con chi fare queste riforme strutturali? Con questo PD? O con Alfano? O Casini? O Vendola? La vedo dura. E meno male che Renzi ha trovato l’accordo con Berlusconi. Altrimenti stavamo da capo a dodici. E poi come farà Renzi a trovare un accordo sull’economia? Misteri.

Insomma, Renzi ha di fronte a sè un compito improbo. Ed è partito col piede sbagliato. Vedremo cosa farà.

Tag:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: