Cronache marine /6

“Un’altra estate al mare, un altro anno d’amore” (G. L. Ferretti)
Ladispoli. Mare preda delle onde, di bambini festanti e di uomini che ritornano bambini.
Due giovani prendono il sole: entrambi glabri come pupi in fasce, uno ha il tatuaggio di una testa d’aquila sul polpaccio destro, l’altro il verso di non so quale canzone di Vasco Rossi.
“Ah zi’, come ti va?”, chiede quello tatuato al polpaccio.
“Non male, ieri me so’ fatti i peli, un bel lavoro” e si passa la mano sul petto liscio.
“Non parlavo dei peli, intendevo come ti va con Carla”.
“Carla? Male”.
“Come male?”
“Male male. Mi ha rotto le palle, non ne posso più di lei”.
“Addirittura?! Me dispiace”.
“Lascia sta’. E’ diventata una rottura de coglioni e basta. Ci vado in vacanza insieme, amo già prenotato e pagato, poi dopo che ritorno… ciao! e chi se l’incula più!”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: