Cronache marine /7

Rari schiamazzi di bimbi. Rumore di tuffi in lontananza. E, poi, una venticinquenne di Palermo, bionda era e bella e di gentile aspetto, in micro-costume da bagno e cappello di paglia in testa, stesa sopra una scoglio con una naturalezza e una sensualità che manco la Paolina Borghese del Canova.
Il sole del tardo pomeriggio, il mare di Favignana e lei, la siculo-normanna, sogno divenuto realtà di tutti noi ingravidabalconi. La felicità della visione mi spinge ad immaginarne gli eleganti pensieri e i soavi sentimenti.
Poi però la ragazza apre bocca e a voce alta e con accento palemmitanisssimo (specie le “o”, uno strazio per le orecchie), confidandosi con amici e amiche, rivoluziona il mio immaginario : “Minchia ho un un bruciore, ma un bruciore tremendo, proprio lì! Una cosa fastidiosa, fastidiosissima… Spuntato subito dopo la notte di ferragosto. Ho fatto una ricerca su internet, potrebbe essere candida, che poi non è una malattia sessualmente trasmissibile. E anche se lo fosse, qui a Favignana, ancora no. A Palermo, nelle ultime settimane sì, eccome, ma qui a Favignana ancora nulla, per ora. Speriamo che non sia candida”.
Immediatamente, chissà perché, m’è venuto in mente questo discorso che Sciascia fa pronunciare ad Ippolito Nievo nel racconto Il Quarantotto:
“Perché io credo nei siciliani che parlano poco, nei siciliani che non si agitano, nei siciliani che si rodono dentro e soffrono: i poveri che ci salutano con un gesto stanco, come da una lontananza di secoli; e il colonnello Carini sempre così silenzioso e lontano, impastato di malinconia e di noia ma ad ogni momento pronto all’azione: un uomo che pare non abbia molte speranze, eppure è il cuore stesso della speranza, la silenziosa fragile speranza dei siciliani migliori… una speranza, vorrei dire, che teme se stessa, che ha paura delle parole ed ha invece vicina e familiare la morte… Questo popolo ha bisogno di essere conosciuto e amato in ciò che tace, nelle parole che nutre nel cuore e non dice…”
Chissà perché.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: