Noah

Recuperato solo da poco, su Sky, il film di Aronosky su Noè. Che boiata. A causa forse dell’interpretazione di Russel Crowe, mi sono trovato di fronte ad un Noè o Noah, che dir si voglia, uguale ad un gladiatore. Eh già: un gladiatore in salsa biblica. Perché Noè è sì un coltivatore e un vegetariano convinto: convinto che tutti i mali che affliggono l’umanità post Caino e Abele derivano dal consumo di carne. E già questo vegetarianismo… Però, quando si tratta di menare le mani, Noè non si tira indietro: di fronte al sangue umano altrui non si fa prendere da scrupoli di coscienza e picchia e pugnala pesantemente. Di più: è disposto  a uccidere le nipoti solo perché sono donne, e quindi inutili all’umanità post diluvio.

Insomma, un film inutile. Gli effetti speciali non lo salvano: passi l’acquazzone divino, ma gli animali sono più falsi di una moneta da diecimila euro. La recitazione degli altri attori lascia il tempo che trova. Si salva solo la rappresentazione (originale) della creazione del mondo e dell’episodio del peccato originale.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: